HomeTestimonianze
Testimonianze

Guadagnarsi il Paradiso … è difficile, però Dio ci aiuta

Irene de Santos, artigiana. San Antonio Aguas Calientes, Guatemala

1 Settembre 2009

Ho conosciuto l’Opus Dei attraverso una lettera della Scuola Alberghiera Zunil che era arrivata alla scuola del mio paese. Mia figlia Mirna era interessata, quindi andammo a visitarla: le piacque e decise di studiare lì. Da quel momento iniziò il rinnovamento cristiano di tutta la mia famiglia. (…) Non avevo mai pensato alla possibilità di diventare dell’Opus Dei. Vedevo come il Signore chiamava ciascuna delle mie figlie, e questo per me era come un sogno. Notavo che erano allegre, servizievoli, laboriose…

[continua a leggere...]

Quel libro entrò a far parte della mia biblioteca privata

J. Carlos Bordolli Fattorusso, Uruguay

30 Giugno 2009

J. Carlos, uruguaiano doc, nacque nel giorno in cui la squadra uruguagia di calcio vinceva la coppa di campione del mondo. La vita lo ha fatto diventare rilegatore e dalle sue mani è passato “Cammino”, il libro scritto da san Josemaría. Da quel momento nulla per quest’uomo, di famiglia atea, sarebbe stato uguale a prima.

[continua a leggere...]

Non ci sono dogmi nella politica

Cristopher Wolfe, professore di Scienze Politiche, Università di Marquette, Stati Uniti

29 Giugno 2009

Non ci sono dogmi nella politica, né un solo modo efficace per difendere la vita nella società.
Josemaría Escrivà direbbe che, come cristiani, dobbiamo comprendere la società, studiare i problemi e poi prendere decisioni, senza, però, pensare che siano le uniche possibili. Nell’Opus Dei succede lo stesso; ci sono diverse opinioni sullo stesso argomento politico.

[continua a leggere...]

Intervista a Rosalía López

Rosalia Lopez, lavora nella sede centrale dell’Opus Dei a Roma dal 1946.

18 Giugno 2009

Mentre lavori, digli qualcosa di affettuoso

Rosalia Lopez vive a Roma dal 1946, quando vi si trasferì su invito di san Josemaría. Da pochi mesi aveva deciso di appartenere all’Opus Dei, mentre lavorava nell’amministrazione domestica della prima residenza dell’ Opera a Bilbao. Ha lavorato nella sede centrale dell’Opus Dei da quel momento fino alla morte del fondatore, avvenuta il 26 giugno 1975.

[continua a leggere...]

Indro Montanelli

Indro Montanelli visitò l’Università di Navarra, in Spagna. Al ritorno Montanelli raccontò la sua esperienza.

22 Maggio 2009

Indro Montanelli visitò l’Università di Navarra, a Pamplona in Spagna, nel 1977, quando il fondatore dell’Opus Dei era morto da appena due anni e il processo di canonizzazione non era ancora cominciato. Al ritorno Montanelli raccontò la sua esperienza nella sua “stanza” sul settimanale Oggi.

[continua a leggere...]

Un figlio in cielo

John Perrottet, Sidney, Australia

1 Maggio 2009

L’esempio della costante visione soprannaturale di san Josemaría è stato molto importante per noi nei momenti di difficoltà. Forse la nostra sofferenza più grande è stata quella di perdere uno dei nostri figli.

[continua a leggere...]

Il mio maestro è stato san Josemaría

James Burfitt, professore, Sidney, Australia

1 Maggio 2009

Sono nato in una famiglia cattolica e, anche se avevo conosciuto l’Opera fin da ragazzo, non me ne ero mai interessato più di tanto. Avevo già iniziato a lavorare quando, grazie ad un mio fratello, ho partecipato ad un ritiro spirituale.

[continua a leggere...]

Essere amico dei miei figli

Gianni Cuccuzzella, Barbiere, Milano, Italia

1 Maggio 2009

Ho scoperto la possibilità di cercare la santità nella vita ordinaria. Man mano che approfondivo il senso di quanto ascoltavo negli incontri di formazione, mi accorgevo di ritrovare il Signore e sua Madre, l’intimità con Dio Padre, l’amore dello Spirito Santo e la capacità di essere amico dei miei figli e delle persone che conosco.

Imparai che Dio non è un essere lontano

Savita Borges, professoressa di hindi. Nuova Delhi, India

1 Maggio 2009

Quando vivevo in Iran mi giunsero delle notizie sull’Opus Dei attraverso mia figlia Shailani. L’incontro con i libri di san Josemaría dischiuse un orizzonte completamente nuovo nella mia vita; imparai che Dio non è un essere lontano, ma potevo frequentarLo costantemente come un Padre. Cominciai a sperimentare una libertà completa. Coopero soprattutto con la preghiera, perché molte altre persone possano fare questa scoperta. Così pure parlo di Dio con i miei amici e conoscenti e con la gente che incontro in treno o altrove, se noto un qualche interesse per la fede. Molte di queste persone sono di religione indù. Dal momento che io mi sono convertita da questa religione, ci si intende bene.

Ho iniziato a leggere il Vangelo

Julius Ogallo, ingegnere meccanico, Nairobi, Kenia

1 Maggio 2009

Un giorno un amico mi ha invitato ad andare ad un ritiro spirituale. Non avevo partecipato a qualcosa del genere fino a quel momento. Ho iniziato a leggere il Vangelo e a fare orazione con Cammino. Era un mondo completamente nuovo per me. Tra le altre cose, mi ha impressionato il consiglio, per i laici, di leggere il Nuovo Testamento (…..).

[continua a leggere...]

... amo molto gli ebrei, perchè amo molto … Gesù Cristo, che è ebreo

Roberto Ackerman, assistette a uno degli incontri moltitudinari nel 1975 con Josemaría Escrivá in Venezuela.

4 Aprile 2009

Un ebreo venezuelano ricorda il suo incontro con Escrivá

“Fui invitato da un amico dell’Opera a conoscere il Padre (san Josemaría). Io avevo una sana curiosità di conoscerlo, e ora ho sempre un’immagine del fondatore dell’Opus Dei con me, e ogni tanto parlo con lui. Non lo prego, perché non sono della sua stessa religione, ma penso che lui debba stare nello stesso Cielo con Papà Dio.

[continua a leggere...]

Il club dei globuli rossi

Leon Tshilolo, Congo

30 Marzo 2009

In Congo c’è una malattia del sangue ereditaria che colpisce il 2% dei bambini appena nati. Questa malattia si chiama Anemia Drepanocitosica o Anemia di Cellule Falciformi (SSA). È caratterizzata principalmente da momenti di dolore intenso, una severa anemia e forte infezione e ha un’alta percentuale di mortalità, specialmente tra i neonati.

[continua a leggere...]

Riesco a parlare con Dio mentre giro per le strade di Madrid

Cristina Rubio, imprenditrice e casalinga. Madrid, Spagna

22 Marzo 2009

Ogni mattina devo programmare la mia giornata ed i momenti da dedicare alla preghiera, perché è dal rapporto e dal dialogo con Dio che ricavo forza e voglia per mettere a fuoco quello che mi aspetta. Ho constatato la verità di quelle parole di san Josemaría: “Una consuetudine efficace per ottenere la presenza di Dio: ogni giorno, la prima udienza, per Gesù Cristo”.

[continua a leggere...]

Card. Andrzej Deskur, Presidente emerito del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni sociali

Il dolore luogo privilegiato dell’incontro con Dio

13 Marzo 2009

“Josemaría Escrivá ha insegnato, avendolo appreso per esperienza propria, che la santità va ricercata nella vita di ogni giorno, scoprendo quel qualcosa di divino racchiuso nelle situazioni più comuni. E il dolore rientra nella quotidianità, perché esso continuamente sfiora la vita di ogni persona.

[continua a leggere...]

Il lavoro della casa per la crescita emotiva e intellettuale della famiglia

Kathie Hunt, Chicago, USA

13 Marzo 2009

HomeAdvantage Plus, LLC è un’impresa che nacque alla fine del 1997 per offrire aiuti educativi e informazione pratica per creare una casa che migliori la qualità della vita delle persone e delle famiglie. Quest’impresa sorse nel mio cuore nell’aprile del 1993, quando entrai nell’Opus Dei.

[continua a leggere...]