HomeTestimonianze
Testimonianze

Essere controcorrente senza sentirsi “contro” gli altri

Nadine Chirizzi, studentessa di Scienze della Comunicazione, e Bruno Mastroianni laureando in Filosofia

6 Ottobre 2009

I giovani sono sempre stati nel cuore di Josemaría Escrivá. Il fondatore dell’Opus Dei vedeva in loro una grande speranza, una fiamma per incendiare il mondo di vita nuova.

[continua a leggere...]

Il “segreto” della sua vita

Marlies Kücking

6 Ottobre 2009

Nei 27 anni trascorsi dal 26 giugno 1975, suo dies natalis, molte persone si saranno interrogate sul "segreto" della sua vita: perché attraeva tanto, perché risvegliava nelle persone che lo ascoltavano, che leggevano e che leggono i suoi scritti, il desiderio di ritornare a Dio, di trattarlo come un Padre, un Amico, l'Amore..., di avvicinargli anime? C'è una sola risposta: indubbiamente Josemaría Escrivá attraeva per la sua forte personalità, ma soprattutto per l'amore di Dio che riempiva la sua vita.

[continua a leggere...]

È la vocazione dell’uomo e una benedizione di Dio

Gilberto Balducci

6 Ottobre 2009

“Lavoro” è una parola che occupa un posto importante nella spiritualità dell’Opus Dei. Josemaría Escrivá invitava a santificarlo ed offrirlo a Dio, come un sacerdote offre la sua Santa Messa quotidiana.

[continua a leggere...]

L’artista indaga sulla realtà per cercare verità e risposte

Paola Grossi Gondi

6 Ottobre 2009

Santificare quadri, musiche, sculture e poesie. Può sembrare strano, eppure è possibile.

Quello dell’artista è uno dei tanti lavori che permettono all’uomo di incontrare Dio nel cammino della sua vita quotidiana.


[continua a leggere...]

L’equivoco di poter fare tutto senza pensare agli altri

Marta Brancatisano, Italia

6 Ottobre 2009

“Libertà” è una parola affascinante, alla quale si attribuiscono tanti significati. Non sempre, però, viene utilizzata nella maniera giusta. Spesso la si confonde con il desiderio egoistico di fare ciò che si vuole, senza pensare agli altri.

[continua a leggere...]

Sempre vicini a Pietro per andare verso Gesù

Angela Solferino, avvocato del Tribunale Apostolico della Rota Romana

6 Ottobre 2009

Un grande, inarrestabile, infinito amore per la Chiesa. E’ stato questo il filo conduttore dell’intera vita di Josemaría Escrivá, segnata da un forte spirito di servizio e d’amore per il Papa.

[continua a leggere...]

Hai studiato ad Harvard e hai dodici figli?

Mary Hamm, Direttore esecutivo del Centro Tepeyac

6 Ottobre 2009

Quando la gente mi chiede quanti figli ho, di solito rispondo dodici, più due non-profit: lavorare in un'organizzazione non profit, infatti, è come avere un figlio in più. Ho imparato questa verità grazie a Josemaría Escrivá e all'Opus Dei.

[continua a leggere...]

Alberto Sordi, attore, regista

Vivere santamente nella vita terrena

6 Ottobre 2009

Escrivá lottava contro una vita senza devozione cristiana. Lo faceva con una veemenza e una grande personalità, dedicandosi così tanto agli altri e offrendo la possibilità di vivere santamente nella vita terrena. Siamo fatti per godere la vita e rispettare questo miracolo che è la vita. Escrivá ha sempre lottato come uomo. Ha indotto chi lo avvicinava alla rettitudine, correggendone i difetti, ma sempre stando tra i suoi come uomo.

Guardavo costantemente l’orologio

Avevo poco più di sedici anni. Vivevo in una città della provincia e conducevo una vita agitata: andando da un posto ad un altro, guardavo costantemente l’orologio e cronometravo il mio passo, per poter andare sempre più in fretta.

30 Settembre 2009

Grazie all’esempio di generosità e ottimismo che ho scoperto negli scritti di monsignor Escrivá, la mia vita è cambiata in modo radicale. Avevo poco più di sedici anni. Vivevo in una città della provincia e conducevo una vita agitata: andando da un posto ad un altro, guardavo costantemente l’orologio e cronometravo il mio passo, per poter andare sempre più in fretta. Un giorno, mi venne in mente una domanda che non cadde nel vuoto: che cosa mi aspettavo dalla vita?

[continua a leggere...]

Il segreto per lavorare bene

Regina N. Eya, professore associato di Psicologia all'Università di Enugu, Nigeria

16 Settembre 2009

Il segreto per lavorare bene, il meglio possibile, è l'amore con cui lo comincio, lo continuo e lo finisco e con cui lo offro; e questo è un compito di ogni giorno. So che Dio mi guarda ed è testimone del mio impegno. Nel mio ufficio uso qualche oggettino — un crocifisso, un'immagine della Madonna, ecc. — che mi aiuta a ricordarmene ed a rettificare frequentemente l'intenzione, ad affrontare i problemi di intesa con un collega o la fatica un po' straordinaria, necessaria per completare il lavoro fino all'ultimo, fino a poter mettere l'ultima pietra.

Un “si” coi fiocchi

Jesús Urteaga, sacerdote dal 1948, dottore in Legge e Teologia, Spagna. In quest’intervista concessa a Zenit racconta come è nato il suo «sì» per tutta la vita”.

15 Settembre 2009

Jesús Urteaga è sacerdote dal 1948, dottore in Legge e Teologia, scrittore di libri come “Dio e la famiglia”, o “Sempre allegri”; questo basco di 81 anni può affermare che i suoi libri superano il milione di esemplari venduti. Ma non lo racconta. Invece in quest’intervista concessa a Zenit racconta come è nato il suo «sì» per tutta la vita”.

[continua a leggere...]

Lezioni pratiche di cristianesimo

Abraham Thomas, ex studente di Scienze della comunicazione, Nuova Delhi, India

14 Settembre 2009

Mi piace definire i suoi insegnamenti “lezioni pratiche di cristianesimo”. Prende temi semplici e li affronta in modo gradevole. I suoi ragionamenti, con lo stile di una conversazione, portano a fare dei propositi concreti, e questo fa sì che i suoi libri diventino una guida per la meditazione.

Ho potuto trovare una moglie meravigliosa

John Perrottet, imprenditore, Sidney, Australia

13 Settembre 2009

Una semplice osservazione, che a molti sfugge, è che una delle chiavi di successo di un matrimonio è costituita dalla scelta azzeccata dell’altra metà. Gli insegnamenti di Josemaría Escrivá mi hanno portato a prendere molto sul serio le mie responsabilità. Nel periodo dei miei studi vivevo nel Warrane College ed avevo la possibilità di entrare in contatto con un buon numero di persone. Posso dire con gioia che in questo modo ho potuto trovare, con l’aiuto di san Giuseppe, una moglie meravigliosa, Anne. Ora abbiamo dodici figli tra i 21 e i 3 anni. Questo è il tesoro più grande che ho sulla terra; non avrei mai pensato che tutto questo si potesse realizzare, senza l’aiuto di san Josemaría. E’ il risultato dei suoi insegnamenti sulla “vocazione matrimoniale” e sulla generosità con nostro Signore nella trasmissione della vita.

La semplice preparazione di un pranzo acquista un valore infinito

Marie Cantin, Medico, Casalinga, Quebec, Canada

7 Settembre 2009

Mi ha colpito l’amore di san Josemaría per quella fonte di grazia che sono i sacramenti. La Messa, “centro e radice della vita cristiana”, è sempre di più – come è stato per lui — il cardine attorno al quale girano le mie giornate. (…) Il messaggio della santificazione del lavoro mi ha subito affascinato. Mi è piaciuto molto scoprire che quello che dà valore al nostro lavoro è l’amore di Dio che si mette nel realizzarlo. E’ proprio lì, in mezzo alle cose più materiali della terra, — diceva il fondatore dell’Opus Dei — che dobbiamo santificarci, servendo Dio e tutti gli uomini. Con questa luce, la semplice preparazione di un pranzo o del bagno per il bambino acquista un valore infinito.

… la cosa più difficile che il Signore ci chiede? Amare tutti allo stesso modo, senza eccezioni

John Anthony Henry, medico, Londra, Gran Bretagna

2 Settembre 2009

Ho conosciuto san Escrivá durante i suoi soggiorni estivi in Inghilterra, negli anni 1960, 1961 e 1962; io avevo chiesto da poco l’ammissione all’Opera. Successivamente l’ho incontrato un’altra volta a Roma, in occasione di un breve viaggio; mi aveva invitato lui, perché mi ero ammalato.

[continua a leggere...]