HomeSan JosemaríaL’Opus DeiI cooperatori dell’Opus Dei
San Josemaría
L’Opus Dei, prelatura personale

I cooperatori dell’Opus Dei

Tag: Cooperatori dell’Opus Dei, Formazione, Povertà, Solidarietà
Cosa sono i cooperatori dell’ Opus Dei?

I cooperatori dell’Opus Dei sono coloro che, pur non essendo membri della Prelatura, ne sostengono gli apostolati in vari modi. Possono essere cooperatori dell’Opus Dei, uomini e donne di tutte le razze, religioni e culture, e delle più svariate professioni e situazioni sociali.

Generalmente i cooperatori sono parenti, amici, colleghi, vicini dei fedeli dell’Opus Dei, e anche persone che ricevono o hanno ricevuto qualche beneficio spirituale dall’apostolato dell’Opus Dei. Altri cooperano perchè sono consapevoli del lavoro di promozione umana e sociale che avviene attraverso le iniziative apostoliche di cui la Prelatura si prende cura.


Come collaborano con l’Opus Dei?

«Il cristiano non può accontentarsi di un lavoro che gli consenta di guadagnare quanto basta per sostenere sé e la propria famiglia: la sua grandezza di cuore lo spingerà a rimboccarsi le maniche per aiutare gli altri, a motivo della carità, ma anche a motivo della giustizia». Questi motivi di carità e di giustizia spiegano la nascita di centri educativi, assistenziali, culturali, ecc. nei cinque continenti, promossi da fedeli della prelatura dell’Opus Dei e da cooperatori, assieme a molte altre persone, cattoliche e non cattoliche, con le quali contribuiscono a sanare le necessità del proprio paese o ambiente, senza discriminazioni di razza, religione o condizione sociale.

Tale aiuto può essere spirituale o materiale, cioè mediante l’orazione e - se lo desiderano - anche con un apporto materiale, che può specificarsi in elemosine, dedizione di tempo, prestazione di servizi in una della varie iniziative apostoliche della Prelatura.

I cooperatori che usufruiscono della formazione offerta dalla prelatura dell'Opus Dei, ricevono un aiuto per approfondire la propria vita spirituale e per dare una testimonianza – personale, senza formare gruppi – coerente con la vocazione cristiana.


I cooperatori e l’Opus Dei

I cooperatori della prelatura dell’Opus Dei traggono benefici dall’orazione quotidiana dei fedeli dell’Opus Dei per tutti coloro che in vario modo aiutano o hanno aiutato la Prelatura.

La Santa Sede ha concesso alcune indulgenze che, in determinati giorni dell’anno, i cooperatori possono lucrare osservando le condizioni stabilite dalla Chiesa – confessione sacramentale unita alla conversione del cuore, comunione eucaristica e orazione per le intenzioni del Papa – e ogni volta che rinnovano, per devozione, i loro impegni di cooperatori.

Anche le comunità religiose possono essere nominate cooperatrici dell'Opus Dei. La cooperazione di queste comunità – attualmente, diverse centinaia – consiste nella preghiera quotidiana per il lavoro della prelatura.