HomeDomande e RisposteChe cos'è una romeria? Come la si fa?
Domande e Risposte

Che cos'è una romeria? Come la si fa?

Tag: Chiesa, Romeria, Madonna
La parola romeria viene da "romero", come venivano chiamate le persone che andavano in pellegrinaggio a Roma. In seguito il significato si è esteso e attualmente una romeria è la visita a un santuario.

Una romeria è una visita da un santuario della Madonna. l'immagine mostra Nostra Signora di Einsiedeln (Svizzera)
Una romeria è una visita da un santuario della Madonna. l'immagine mostra Nostra Signora di Einsiedeln (Svizzera)
Nel mese di maggio, che la Chiesa dedica tradizionalmente alla Santissima Vergine, è consuetudine organizzare romerie a santuari Mariani, per andare a trovare e onorare nostra Madre.

San Josemaría si commuoveva per le manifestazioni di amore alla Madonna piene di gente, ma diceva sempre che prediligeva le romerie fatte individualmente o in gruppi piccoli, magari solo di due o tre persone. "Rispetto e amo le manifestazioni pubbliche di pietà, ma personalmente preferisco offrire a Maria lo stesso affetto e lo stesso entusiasmo con visite private o in piccoli gruppi che abbiano il sapore dell'intimità." (È Gesù che passa, 139)

Nel 1935, dopo la sua prima visita al santuario di Sonsoles, vicino ad Avila, il fondatore dell'Opus Dei stabilì che, come dimostrazione di amore alla Madonna, tutti i fedeli della Prelatura facessero ogni anno, nel mese di maggio, una romeria a un santuario o in un altro luogo in cui si veneri un'immagine di Santa Maria. Da allora, questa consuetudine si è diffusa tra molte persone che hanno conosciuto il suo messaggio.

La romeria di maggio è una visita alla Madonna fatta con amore filiale. San Josemaría la faceva recitando tre parti del Rosario: una andando verso il santuario; un'altra -che di solito era quella dei misteri del giorno, con le litanie-, nel santuario o davanti all'immagine della Vergine; e la terza sulla strada del ritorno
Si possono offrire alla Madonna piccoli sacrifici per le necessità personali e di tutta la Chiesa: fare a piedi almeno l'ultima parte del tragitto; accettare con allegria le scomodità del cammino o l'inclemenza del tempo; privarsi del piccolo ristoro che sarebbe normale in una passeggiata, ecc.

La romeria di maggio ha uno spiccato spirito apostolico. San Josemaría incoraggiava a farla in compagnia di amici o parenti e ad approfittare per suggerire loro un passo avanti nella loro vita cristiana.
"Molte conversioni, molte decisioni di dedizione al servizio di Dio sono state precedute da un incontro con Maria. La Madonna ne ha alimentato il desiderio di ricerca, ha stimolato maternamente le inquietudini dell'anima, ha promosso il desiderio di un cambiamento, di una vita nuova." (È Gesù che passa, 149)
San Josemaría recita il rosario nel mese di maggio del 1974
San Josemaría recita il rosario nel mese di maggio del 1974

Una particolare manifestazione della maternità di Maria -diceva S. Giovanni Paolo II a Fatima- riguardo agli uomini sono i luoghi, nei quali Ella s’incontra con loro; le case nelle quali Ella abita; case nelle quali si risente una particolare presenza della Madre. In tutti questi luoghi si realizza in modo mirabile quel singolare testamento del Signore Crocifisso: l’uomo vi si sente consegnato e affidato a Maria; l’uomo vi accorre per stare con lei come con la propria Madre; l’uomo apre a lei il suo cuore e le parla di tutto: “la prende nella sua casa”, cioè dentro tutti i suoi problemi."


Documenti Correlati

Video

Video: 5 consigli del Papa alle famiglie

Pubblichiamo un breve video che raccoglie 5 consigli concreti di Papa Francesco alle famiglie: 1. Recuperare l'amore attraverso il "progetto". 2. Sognare in famiglia 3. Coinvolgersi nell'educazione dei figli 4. Servirci per amore 5. Ricorrere alla Madonna

Documenti

RSS

Cercare in: Domande e Risposte

Testo della ricerca:




Date:


Da:
Fino a: