San Josemaría
Libri di San Josemaría

Cammino

Tag: Cammino
«Leggi adagio questi consigli. Medita con calma queste considerazioni. Sono cose che ti dico all'orecchio, in confidenza d'amico, di fratello, di padre. E queste confidenze le ascolta Dio».

Con queste parole inizia Cammino, il libro più noto e più popolare di San Josemaría.

Quest'opera, considerata da molti autori un classico della letteratura spirituale, fu pubblicata nel 1939. È la rielaborazione di "Considerazioni spirituali", una sua precedente pubblicazione.

Cammino raccoglie 999 punti per la meditazione personale. Affronta i diversi aspetti della vita cristiana: carattere, apostolato, colazione, lavoro, virtù.
San Josemaría dice nell'introduzione: «intendo ridestare i tuoi ricordi per far emergere qualche pensiero che ti colpisca; così migliorerai la tua vita, ti avvierai per cammini d'orazione e d'Amore, e diverrai finalmente un'anima di criterio».

Nel 1966, in un'intervista a Le Figaro, l'autore riassunse così il processo di elaborazione di Cammino: «La maggior parte di questo libro l'ho scritta nel 1934, cercando di sintetizzare la mia esperienza sacerdotale per utilità delle anime di cui avevo cura, fossero o no dell'Opus Dei. Allora non pensavo davvero che trent'anni dopo questo libro avrebbe avuto una diffusione così grande: milioni di copie in tante lingue».

Consigliava di leggerlo «con un minimo di spirito soprannaturale, di vita interiore e di impegno apostolico. Non è un codice per l'uomo d'azione. È un libro fatto per portare l'anima al dialogo con Dio e spingerla al servizio di tutti gli uomini».

Attualmente di questo libro sono stati pubblicati più di 5 milioni di esemplari in 53 lingue.

>>> Leggi il libro (http://it.escrivaworks.org)