Home

Domande e Risposte

Il cielo, la morte, il purgatorio... Che cosa sono i Novissimi?


I misteri di ciò che succederà all'uomo alla fine della sua vita, come la morte, il giudizio e il destino eterno sono detti i Novissimi. Che cosa c'è dopo la morte? Com'è il cielo? E il giudizio?

Per parlare con Dio

12 punti sull'aldilà

Gli uomini mentono quando dicono "per sempre" nelle cose temporali. È vero, di una verità totale, soltanto il "per sempre" rivolto a Dio; e tu devi vivere così, con una fede che ti aiuti a sentire sapore di miele, dolcezza di cielo, al pensiero dell'eternità che veramente è per sempre.

2 ottobre 1928

La fondazione dell’Opus Dei

Martedì 2 ottobre 1928, festa degli Angeli Custodi, era il secondo giorno degli esercizi spirituali organizzati dai sacerdoti diocesani nella Casa Centrale dei Lazzaristi, situata in una zona che all’epoca costituiva la periferia di Madrid. I sei sacerdoti che partecipavano a quegli esercizi avevano già celebrato la Messa, osservando il digiuno, pregato la parte del breviario del giorno e letto alcuni passi del Nuovo Testamento. Verso le dieci del mattino, il giovane sacerdote Josemaría Escrivá, ventiseienne, si ritirò in camera sua...

Che cos'è l'Opus Dei?

L’Opus Dei

L'Opus Dei è una prelatura personale della Chiesa cattolica che ha lo scopo di contribuire alla missione evangelizzatrice della Chiesa, promuovendo fra i fedeli cristiani di ogni condizione uno stile di vita pienamente coerente con la fede nelle circostanze quotidiane dell'esistenza umana, specialmente attraverso la santificazione del lavoro.

Chi fa parte dell’Opus Dei?

I fedeli dell’Opus Dei

Chi richiede l'incorporazione all'Opus Dei, lo fa per una chiamata divina, cioè una risposta specifica alla vocazione cristiana, ricevuta con il battesimo.

La Chiesa prelatizia

Santa Maria della Pace, un luogo di preghiera

La Chiesa Prelatizia dell'Opus Dei è dedicata a Santa Maria della Pace. Qui riposano le sacre spoglie di San Josemaría Escrivá e molte persone vi si recano per chiedere il suo aiuto o ringraziarlo per la sua intercessione.

29 settembre: Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele

San Josemaría e gli Arcangeli

Giovedì 6 ottobre 1932, durante un ritiro spirituale,San Josemaría invocò per la prima volta i tre Arcangeli e i tre Apostoli: S. Michele, S. Gabriele e S. Raffaele; S. Pietro, S. Paolo e S. Giovanni. Da quel momento li considerò Patroni dei diversi campi apostolici che compongono l'Opus Dei.

Favori ottenuti per intercessione di San Josemaría

Appartamenti

Ho venduto il mio appartamento per comprarne due: uno per me e un altro per mio figlio. L'acquirente mi diede il corrispettivo del mio appartamento, ma, alla scadenza della seconda rata, posticipò il pagamento...

Aiuto nello studio

Sono un medico dell'Ecuador, ho 26 anni e vado tutte le domeniche alla chiesa di San Josemaría vicino a casa mia, a Guayaquil. Mi sono laureata un anno fa, ho sempre desiderato arrivare ad essere chirurgo...

Cercavo un lavoro fisso

Dopo aver cercato per 10 mesi un lavoro a tempo indeterminato, un amico mi suggerì di recitare la novena del lavoro, chiedendo l'intercessione di San Josemaría e della nostra Madre Benedetta...

Domande e Risposte

Come ricevere bene Gesù nell'Eucaristia?

"Cari amici, non ringrazieremo mai abbastanza il Signore per il dono che ci ha fatto con l’Eucaristia! E' un dono tanto grande e per questo è tanto importante andare a Messa la domenica. Andare a Messa non solo per pregare, ma per ricevere la Comunione, questo pane che è il corpo di Gesù Cristo che ci salva, ci perdona, ci unisce al Padre. E' bello fare questo!" Papa Francesco,Udienza 5 febbraio 2014.

 Il Twitter di san Josemaria